Lotte tribali su GNOME, ma c’e’ ben altro dietro

Probabilmente avrete gia’ letto il post di Greg DeKoenigsberg (prima Red Hat poi Fedora) e il contropost di Mark Shuttleworth (Canonical). Forse vi sarete anche gia’ fatti un’idea sull’accaduto. Vorrei provare a dire la mia.

Continua a leggere…

6 Comments

  1. Posted 31 luglio 2010 at 12:12 | Permalink

    Purtroppo le diatribe fanno davvero male a GNOME come progetto. Canonical e Red Hat sono due realtà diverse e farsi la guerra a vicenda non fa altro che creare fratture che aiutano i concorrenti (già abbondantemente famosi) ad affermarsi sempre più.

    • Posted 31 luglio 2010 at 16:37 | Permalink

      Per ora restiamo a vedere, ma secondo me appena esce GNOME 3.0 smetteranno anche queste polemiche. Red Hat e Canonical hanno proprio una filosofia diversa, e’ anche normale che entrino in “conflitto” ogni tanto.

      Pero’ resto convinto che in fondo in fondo si mal sopportino.

  2. Posted 31 luglio 2010 at 12:26 | Permalink

    E quello che ho sempre detto di ogni aziende, alla fine penseranno sempre a farsi la gara e poi allo sviluppo Z_Z

    Ottimo post :)

    • Posted 31 luglio 2010 at 16:32 | Permalink

      Tra l’altro la Red Hat e’ ben piazzata nel mercato (server), mentre la Canonical fatica a fare i primi passi.

  3. PD
    Posted 1 agosto 2010 at 21:46 | Permalink

    No, Canonical non fa utili da quando è nata. Redhat non è nemmeno lontanamente impensierita dalla ditta pentolame di Shuttleworth.

    Mi dispiace ma hai mancato completamente il punto della questione.

    • Posted 2 agosto 2010 at 06:51 | Permalink

      > “No, Canonical non fa utili da quando è nata. Redhat non è nemmeno lontanamente impensierita dalla ditta pentolame di Shuttleworth.
      Di questo ne avevo scritto in questo post.

      > “Mi dispiace ma hai mancato completamente il punto della questione.
      Io non sottovaluterei il potenziale a lungo termine, e sono convinto non lo faccia nemmeno una societa’ seria e affermata come la Red Hat.

One Trackback

  1. […] contributi che non si vogliono vedere Ricordate quando avevo scritto che la bagarre tra DeKoenigsberg e Shuttleworth in realta’ nascondeva qualcosa di piu’ […]

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: